fbpx
 

News17 Marzo 2022by giovanni accettolaIl presente immediato dell’Ecommerce

https://ram-consulting.org/wp-content/uploads/2022/03/gio-14.jpg

 

L’e-commerce è stato protagonista di un vero e proprio boom di crescita che ormai dura da anni, ma che si è intensificato durante la pandemia. Il 2020 ha segnato l’inizio della digitalizzazione di migliaia di esercenti e con essa la comparsa di nuovi acquirenti online.

Questo fenomeno è continuato nel 2021 e continuerà anche nel 2022. Secondo un’indagine di eMarketer, il fatturato online ha raggiunto i 4 trilioni di dollari nel 2020 e sarà di 5 trilioni di dollari nel 2022, fino ad arrivare a 6 trilioni entro il 2024. Insomma, siamo davanti a una rivoluzione delle abitudini, delle preferenze e dei canali d’acquisto usati dai consumatori.

La prima domanda che ci si pone quando si pensa di dedicarsi al commercio elettronico è: cosa serve per vendere online? Risposta facile: una strategia per scegliere i migliori prodotti da vendere su internet. Come tutti i business, anche quello del commercio elettronico presenta dei rischi e uno dei maggiori consiste proprio nella scelta del prodotto o servizio migliore da offrire online. Senza entrare troppo nel tecnico, voglio almeno segnalarti tre aspetti da evitare nell’approccio alla vendita online.

Proporre un prodotto senza aver studiato il mercato
Per vendere online non è sufficiente mettere su un e-commerce, caricare dei prodotti qualsiasi e aspettare che vendano. La prima cosa da fare è studiare il mercato, fare un’analisi preventiva e progettare una strategia di vendite.

Competere con i grandi colossi senza avere i mezzi adeguati
Proporre nel tuo e-commerce dei prodotti facilmente reperibili in altri negozi online non è una scelta vincente. Ti consigliamo di evitare segmenti di mercato troppo saturi e di concentrarti inizialmente su una nicchia ristretta, per poi ampliare l’offerta (se vorrai) in un secondo momento.

Non avere pazienza e aspettarsi grandi risultati da subito
Per quanto tu possa aver scelto il perfetto prodotto da vendere online, non aspettarti un boom immediato di vendite. Plasma la tua identità aziendale e diffondila su internet, fai conoscere il tuo prodotto, fidelizza i tuoi clienti: se individui il prodotto giusto e lo proponi al meglio, col tempo i risultati arriveranno.

Bene, abbiamo quindi detto che il primo passo per scegliere cosa vendere online nel 2022 è capire cosa cercano gli utenti. Per questo motivo è molto importante svolgere un’analisi di mercato preventiva, per esempio tramite Google Trends, un tool gratuito di Google che mostra le ricerche più popolari fatte dagli utenti. Conoscendo i prodotti maggiormente ricercati, potrai scegliere cosa vendere nel tuo negozio online partendo proprio dai bisogni dei potenziali clienti.

Per darti la spinta iniziale, però può esserti utili conoscere anche quali tre principali trend dell’eCommerce nel 2022.

Mobile shopping
Nel 2021 il 73% delle vendite eCommerce globali è stata effettuata da dispositivi mobili, facendo quindi registrare una crescita del 15% rispetto all’anno precedente. Questi numeri evidenziano come nel 2022 non sarà più possibile fare business online senza avere siti al 100% mobile responsive e con una User Experience (UX) che garantisca la customer journey più fluida possibile.

Buy Now Pay Later
La diffusione dei metodi di pagamento “Buy Now Pay Later” (BNPL), ovvero i pagamenti dilazionati, è stato tra i fenomeni più interessanti del 2021, ma la crescita è appena iniziata e non c’è motivo di pensare che rallenterà nel 2022. Questa modalità di pagamento può eliminare le ultime frizioni all’acquisto e abbattere i tassi di abbandono del carrello, dato che spesso non comporta neanche costi aggiuntivi per l’acquirente.

Il Social Commerce
Per prima cosa, comprendiamo insieme tutte le differenze esistenti tra eCommerce e social commerce: l’eCommerce, come sai, riguarda l’acquisto e la vendita di prodotti e servizi attraverso un sito web. Al contrario, il social commerce riguarda acquisto e vendita di prodotti o servizi attraverso Social Network come Instagram, Facebook o Tik Tok.

Perché il social commerce sta prendendo piede (e lo farà ancor di più nel 2022) e come ciò può interessarti? Perché i più giovani soprattutto scoprono prodotti che vogliono acquistare attraverso i social network ed inoltre è sempre più frequente l’acquisto attraverso testimonianza, recensione o promozione legata a un Influencer. Di conseguenza, acquistare attraverso i Social Network è ormai una realtà che non puoi permetterti di ignorare: sfrutta il passaparola, il Reputation Marketing e il social commerce per far crescere il tuo eCommerce nel 2022.

Voglio completare questa breve parentesi sul mondo ecommerce evidenziando un aspetto: cliccare sul bottone “acquista” è solo l’atto finale di un funnel in cui un ruolo fondamentale lo giocano contenuti divertenti, coinvolgenti, di valore, capaci di generare desiderio o bisogno nell’utente e lead concreti, come le vendite appunto. Per vendere online, quindi, continueranno a essere indispensabili, in altre parole, una buona strategia di content marketing e perché no anche delle collaborazioni con content creator professionisti che abbiano community affini ai propri target aziendali.

Se vuoi approfondire le tematiche di cui abbiamo parlato o se vuoi farmi delle domande sulla EXE Business School, contattami direttamente al numero 3496734396 o scrivimi a giovanniaccettola@ramitalia.it. Sono a tua disposizione per aiutarti a costruire la strada giusta per ottenere quei risultati che ti stanno più a cuore o per sviluppare quei progetti rimasti solo in un cassetto!

 

 

Giovanni Accettola
Consulente Web & Marketing
giovanniaccettola@ramitalia.it
349 6734396

Torna Su