fbpx
 

News9 Settembre 2020by giovanni accettolaCome scegliere i social giusti per la tua azienda

https://ram-consulting.org/wp-content/uploads/2020/09/quale-social-media-scegliere-1024x576.png

 

Se fino a qualche anno fa c’era ancora chi nutriva ancora qualche dubbio, oggi ormai sono tutti convinti: il web ed il digitale hanno cambiato le nostre abitudini sia dal punto di vista personale che dal punto di vista professionale.

Gli smartphone e i dispositivi mobili, con la connettività sempre a portata di mano, rappresentano da un lato una delle distrazioni più frequenti della nostra giornata ma anche strumenti fondamentali per l’operatività lavorativa. Siamo al lavoro, seduti alla scrivania e l’occhio cade sul display che si accende, siamo a pranzo e le notifiche di whatsapp ci fanno raffreddare spesso i cibi perché rispondiamo. E ancora al bar, per strada o davanti alla tv, a fine giornata, il nostro occhio cade sempre lì, sul nostro smartphone. Di contro, anche quando non siamo in ufficio, i dispositivi digitali ci consentono magari di rispondere a una esigenza lavorativa improvvisa o di svolgere delle attività esattamente come se fossimo comodamente seduti alla scrivania.

I social network, ormai da considerarsi non più come una moda del momento ma come una realtà consolidata, hanno dato una spinta ed un’accelerata decisiva a questa tendenza: facciamo amicizia sul social, comunichiamo sul social, ci informiamo sui social, lavoriamo sui social e coi social perchè se, messi al servizio di un business, possono davvero mettere il turbo e migliorare le performance aziendali, sia in termini di espansione del brand che sia in termini di fatturati.

Oggi circa 8 piccole e medie imprese su 10 utilizzano i social media per il business al fine di promuovere la propria attività e aumentarne la riconoscibilità sul territorio. Ma, di queste, quasi il 100% ha come obiettivo quello attirare nuovi clienti e (guarda caso) si individua nei social media una delle strategie più efficaci per aumentare la brand awareness (consapevolezza del marchio), avere un contatto diretto con il pubblico, vendere i prodotti e acquisire nuovi clienti.

 

Scegli i Social Media più adatti al tuo Business

Oggi qualsiasi azienda che si rispetti, per rafforzare la propria brand awareness ed avere la giusta dose di credibilità agli occhi dei consumatori, deve necessariamente essere presente con il proprio brand sui principali social network. Ignorare l’enorme forza del mondo social significa decidere di non sfruttare una grossa opportunità di espansione.
Ma attenzione: studia bene il pubblico di ogni social network e valuta se e in che modo conviene alla tua tua azienda sfruttare quell’ambiente social oppure no. E quindi Facebook, Twitter, Instagram, Linkedin, YouTube…quale di questi fa veramente al caso tuo? 

Spesso ci si iscrive ad un profilo semplicemente perché è quello più usato e non perché realmente quel canale può rappresentare una opportunità di business per la tua azienda. E allora…quale social media scegliere?

A mio avviso possiamo distinguere due tipologie di social: i social di cittadinanza e i social funzionali.

Ci sono social che usiamo tutto il giorno, più volte al giorno e più volte a settimana: questi sono i “social di cittadinanza” che contribuiscono a definirci nel nostro agire digitale (di questi Facebook è il maggiore rappresentante, gli altri sono YouTube, Instagram e Whatsapp). Accanto a questi poi possiamo inserire i “social funzionali“, nel senso che soddisfano un bisogno specifico, come ad esempio Tik tok, Pinterest, Twitter o Linkedin.

Ecco allora secondo me alcune regole essenziali che per la scelta di questi canali.

FACEBOOK

TI SERVE SE: hai voglia e capacità di creare un dialogo con i tuoi interlocutori, proponendo contenuti divertenti e/o interessanti.
COSA POSTARE: notizie e aggiornamenti “leggeri”, meglio se supportati da immagini, contenuti grafici e video.
COSA NON POSTARE: approfondimenti, post testuali lunghi che richiedono di pensare troppo; bufale e notizie non verificate e in generale “quello che non mostreresti a tua nonna”.
QUANDO POSTARE: dipende dalle statiche della tua pagina.

YOUTUBE

TI SERVE SE: vuoi aumentare la credibilità del tuo brand, se hai dimestichezza con i video e se intendi alimenatre con continuità il canale nel tempo.
COSA POSTARE: video tutorial, approfondimenti su prodotto servizio, video tematici sul tuo settore.
COSA NON POSTARE: video smart, leggeri e non lavorati con programmi di editing (quelli vanno bene pià per altri social).
QUANDO POSTARE: due al mese sarebbe il minimo sindacale, ma se proprio non riesci almeno uno al mese.

INSTAGRAM

TI SERVE SE: hai del “bello” da raccontare attraverso le immagini, hai occhio fotografico e delle piccole storie quotidiane da condividere.
COSA POSTARE: scatti belli, meglio se originali e ricercati. Abbinati ai giusti hashtag.
COSA NON POSTARE: immagini brutte e approssimative, ambienti autentici ma troppo confusionari e disordinati.
QUANDO POSTARE: più che l’orario è necessario saper utilizzare gli hashtag adatti, non più di 10 per post.

LINKEDIN

TI SERVE SE: vuoi presentarti in maniera professionale verso colleghi e professionisti.
COSA POSTARE: per iniziare ci vuole un profilo completo e adeguato al proprio ruolo. Gli aggiornamenti devono essere stimolanti e adeguati al mondo del lavoro.
COSA NON POSTARE: quiz di calcolo con la frutta, frasette motivazionali, autopromozione dei propri successi.
QUANDO POSTARE: generalmente in pausa pranzo e la sera il pubblico è più attivo.

 

Se ti è piaciuto questo articolo, scrivimi oppure seguimi sui miei porfili Facebook, Linkedin e Instagram ma…adesso tocca a te scegliere!

Giovanni Accettola
Web e Marketing Digitlae
giovanniaccettola@ramitalia.it

Salva

Condividi
Torna Su
Open chat