fbpx
 

News22 Ottobre 2020by giovanni accettolaVuoi volare con un video?

https://ram-consulting.org/wp-content/uploads/2020/10/vola-con-un-video-1024x576.jpg

Quante volte ti sarà capitato di prendere un aereo?

Magari non di recente, visti gli ultimi accadimenti che ci sconsigliano di metterci in volo se non per necessità. Ma sono sicuro che almeno una volta, anche se solo per una vacanza, ti sarà capitato di salire su un aereo. 

Ecco: sei in coda all’imbarco, varchi la soglia d’ingresso e ti ritrovi a salire la scale fin sopra l’aereo. Sistemi il tuo bagaglio e prendi posto. Attendi il decollo, magari sperando che parta puntuale perchè hai un impegno di lavoro che ti aspetta o la sdraio sotto l’ombrellone prenotata. Per ingannare l’attesa del viaggio ascolti musica o leggi un libro o come me ti addormenti, per poi svegliarti al momento dell’atterraggio. Bene, adesso puoi scendere!

Ti starai chiedendo… si, ma questo cosa c’entra con i video?

Quando devi prearare un video per promuovere un tuo servizio, un prodotto, un evento o per realizzare un contenuto che si integri nella tua strategia di comunicazione devi pensare esattamente alle stesse operazioni che hai fatto quando hai preso un aereo.

Prima di arrivare in aeroporto avrai sicuramente preparato scrupolosamente il tuo bagaglio, scegliendo bene cosa portarti in relazione al tipo di viaggio che dovrai fare. Questo si, questo no, questo può servire… oddio ma non ci entra! Elimini o sistemi meglio qualcosa e lo chiudo: finito!

Allo stesso modo, prima di fare un video devi fare il bagaglio, cioè devi scegliere il tema principale di cui vuoi parlare (la valigia appunto), scegliere gli argomenti che vuoi toccare e che rientrino nel tuo contenuto (pantaloni, maglie ecc…) e chiudere lo schema che dovrai portare con te durante il viaggio, ossia durante la realizzzione del video. Devi prepararti in poche parole alle fasi di DECOLLO, VOLO E ATTERRAGGIO!

Il DECOLLO rappresenta la fase più delicata del tuo video perché è l’inizio del tuo viaggio: è una fase breve, quindi non devi sprecarla. Devi cercare di incuriosire in pochi secondi il tuo interlocutore affinchè possa poi ascoltarti e seguirti anche nella successiva fase di VOLO.

Il volo rappresenta la tratta dell’aereo e quindi è il cuore del tuo video, quella parte dove devi andare a snocciolare i contenuti che hai portato con te (ricordi? quelli che hai messo nello schema!). E’ il momento in cui devi fornire i dati da trasferire, i concetti e il messaggio che vuoi argomentare. Ricordati che questa, oltre che la fase più lunga, è anche quella più delicata in cui chi ti ascolta rischia di perdere l’attenzione. Se ci pensi bene, quand’è che ti capita di addormentarti su un aereo? Proprio durante la fase di volo, cioè dopo il decollo e prima dell’atterraggio. Questo perchè, soprattutto se molto lunga, rischa di divenatre noiosa. Per cui cerca di essere incisivo e chiaro in modo da prepararti il terreno per la fase di ATTERRAGGIO.

Qui si gioca poi la partita vera, in base all’obiettivo che vuoi raggiungere. Devi sempre immaginare di chiudere il tuo video con una cta, un call to action ossia una chiamata all’azione. Devi fare cioè in modo che dopo la visione del tuo video chi ti ha guardato faccia un’azione. Che non significa necessariamente acquistare un prodotto o richiedere quel servizio, ma il tuo potrebbe essere semplicemente un invito a seguire i prossimi video, a scaricare una dispenda, a prenotare una telefonata o addirittura potresti semplicemente creare un finale emozionale se vuoi generare maggiore empatia con chi ti ascolta.

Se vuoi approfondire questo argomento scrivimi una mail all’indirizzo giovanniaccettola@ramitalia.it oppure contattami tramite un messaggio su Messenger, Linkedin o Instagram.

Se invece ti interessa acquisire un  metodo per realzizare i tuoi video, allora partecipa al corso “VIDEO PUBLIC SPEAKING”

CLICCA QUI!

 

E adesso vai… preprara il tuo bagaglio e vola con il tuo prossimo video!

Giovanni Accettola
Digital Marketer
giovanniaccettola@ramitalia.it

 

 

Torna Su
Open chat