fbpx
 

BlogNews31 Luglio 2020by Manlio VaccinoSocial Media Shopping nel 2021

https://ram-consulting.org/wp-content/uploads/2020/07/Schermata-2020-07-31-alle-14.29.04.png

Nel 2020, i grandi marchi sono responsabili della creazione di esperienze multicanale che guidano le classifiche delle vendite online. L’e-commerce ora è qualcosa che non si verifica solo sui siti Web; si è evoluto man mano che il panorama competitivo è diventato saturo.

Lo shopping sui social media è un canale emergente in grado di pagare grandi dividendi, poiché il 55% degli acquirenti online ha effettuato un acquisto attraverso un canale di social media nel 2018.

 

È un flusso che sta crescendo in modo significativo e quelli che lo abbracciano e lo sfruttano possono aumentare i profitti.

 

Cos’è lo shopping sui social media?

 

Lo shopping sui social, si riferisce alle aziende che vendono prodotti direttamente all’interno delle piattaforme di social media. Si differenzia dal social media marketing , che utilizza i contenuti per indirizzare il traffico verso i siti Web. Al contrario, l’intera esperienza di acquisto si verifica all’interno della piattaforma dei social media.

 

Come funziona lo shopping sui social media?

Ogni piattaforma di social media affronta l’eCommerce in modo diverso.

Ciò che hanno in comune è l’ottimizzazione del processo, che richiede meno clic per l’acquisto rispetto alla maggior parte dei siti Web.

Diamo un’occhiata in particolare a come Instagram, Facebook e Pinterest abilitano il social commerce.

 

Shopping su Instagram e Facebook

Instagram è la piattaforma più popolare per lo shopping sui social media. I marchi stanno sfruttando il concetto di immagine e hanno buone ragioni per investire in esso poiché il 70% dei consumatori guarda Instagram per scoprire nuovi prodotti.

 

Instagram ha riconosciuto l’opportunità e ha lanciato Instagram Checkout. Con questa nuova funzionalità, gli acquisti avvengono nell’app , che si espande sulla funzione Shopping.

Facebook si è anch’esso evoluto sulla modalità social media shopping.

Gli strumenti più utilizzati sono Facebook Page Shops e Messenger. I marchi possono costruire un intero negozio sulla piattaforma. Si possono aggiungere e aggiornare prodotti, vendere direttamente dalla pagina, gestire ordini e spedizioni e amministrare annunci per promuovere il negozio.

 

Messenger sta aprendo un nuovo canale per consentire ai clienti di interagire con i brand.

Queste interazioni ora si verificano in tempo reale con l’aiuto di chatbot basati su AI.

Possono rispondere alle domande e offrire promozioni, offrendo risultati migliori rispetto alle tradizionali canalizzazioni digitali.

 

 

Pinterest Shopping

 

Pinterest ha anche iniziato a migliorare le opzioni di social commerce. I pin acquistabili sono stati utilizzati per diversi anni con notevole successo. La piattaforma ha recentemente pubblicato “Shop the Look”, che evidenzia gli articoli in un’immagine disponibile per la vendita.

Pinterest ti consente anche di caricare un catalogo prodotti completo.

 

Le prossime novità: tendenze del social commerce da tenere d’occhio

Non c’è dubbio che gli acquirenti adorano la comodità dello shopping sui social media. Per aumentare questo trend quindi  i marchi dovrebbero osservare queste tendenze.

Lo shopping sui social media si espanderà oltre i canali stabiliti.

Le piattaforme di social media sono in continua evoluzione e nuove piattaforme stanno entrando nel mercato. Per questo motivo, gli acquirenti si affolleranno su nuovi canali che offrono funzionalità di e-commerce. Un esempio è l’app di video del momento, TikTok. Questi frammenti avvincenti stanno suscitando molto interesse. TikTok ha iniziato a sperimentare l’eCommerce consentendo ai siti Web di includere collegamenti a prodotti.

 

Migliorare l’esperienza del cliente

 

 

Questa nuova fase dell’economia riguarda l’esperienza del cliente sulla piattaforma di riferimento, che ha un impatto sostanziale sulla decisione del cliente stesso di acquistare e fidelizzarsi.

 

Per ottimizzare l’esperienza del cliente, dovrai fare affidamento sui dati.

Stabilendo strategie di gestione dei dati master (MDM), sarai in grado di creare un profilo a 360 gradi del cliente e personalizzare la sua esperienza. Con questo approccio, le promozioni saranno più pertinenti, il che dovrebbe aumentare le conversioni.

 

Per eseguire MDM, avrai bisogno degli strumenti tecnologici giusti. Scegli una piattaforma che aggrega i dati dei clienti da più fonti e utilizza l’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico per creare percorsi ottimizzati. Cerca la semplicità in un’applicazione che offra una facile scalabilità e non richieda l’avvio di un data scientist. Inizia la tua ricerca visualizzando il Magic Quadrant di Gartner per MDM , che evidenzia la migliore soluzione sul mercato.

 

La sicurezza dei dati e la privacy sono ancora una preoccupazione

Ci sono due ragioni principali per essere consapevoli di questa tendenza nel settore. Innanzitutto, la tua azienda sta raccogliendo dati sensibili dagli utenti dei social media e, nel farlo, deve conformarsi alle normative sulla privacy dei dati, tra cui il GDPR e il nuovo California Consumer Privacy Act (CCPA), che incidono sul modo in cui raccogli, memorizzi e utilizzi i dati.

 

In secondo luogo, essere trasparenti sulle politiche di sicurezza e privacy con i consumatori può fornire loro tranquillità. Si sentiranno quindi più a loro agio a fare acquisti sui social media, proprio come fanno sul tuo sito Web sicuro .

 

I marketer B2B guarderanno allo shopping sui social media

La maggior parte del commercio social rientra nel regno B2C, poiché la moda, la bellezza e l’arredamento dominano il mondo dell’eCommerce. Anche il B2B può utilizzare questo canale per favorire le conversioni. Il social commerce B2B non è poi così diverso da quei marchi rivolti ai consumatori. Stai ancora vendendo a una persona, non a un’entità sconosciuta.

 

Con i prodotti fisici, puoi fare tutte le stesse cose di B2C, ma molte aziende B2B hanno difficoltà a vendere i servizi. È probabile che il 2020 potrebbe vedere un aumento dei servizi presenti negli acquisti sui social media. Potrebbe funzionare molto bene , per coloro che vendono abbonamenti a software e applicazioni.

 

Ad esempio, un software di gestione del progetto addebita spesso agli utenti una tariffa mensile o annuale. Un marchio del genere può utilizzare il social media marketing per promuovere le iscrizioni demo. Ma perché non dare ai visitatori la possibilità di guardare un video dimostrativo sul tuo profilo e poi acquistarlo.

 

Come farai leva sul commercio social nel 2020?

È un momento entusiasmante per l’eCommerce con nuove opportunità all’orizzonte. Lo shopping sui social media crescerà nel 2021 con ancora iù funzionalità. Accelera la crescita vendendo strategicamente sulle piattaforme in cui i tuoi acquirenti target stanno già acquistando. Inoltre, sfruttando alcune delle tendenze del social commerce di quest’anno, puoi differenziarti dai tuoi concorrenti e aumentare le vendite.

 

Hai bisogno di aiuto per creare ed eseguire un piano? Contattateci oggi per saperne di più su come possiamo reimmaginare le vostre esperienze digitali.

Manlio Vaccino

Business Web Solution

manliovaccino@ramitalia.it

Condividi
Torna Su
Open chat