News8 Gennaio 2021by Marisa MassaroSE & PERCHÉ: spunti di riflessione sul loro valore.

https://ram-consulting.org/wp-content/uploads/2021/01/Unknown-4-1024x576.jpeg

Spesso mi capita di soffermarmi sul valore delle parole e sul come esse condizionano il nostro modo di porci verso ogni cosa.

Oggi, in questo uggioso venerdì di inizio gennaio, con ben due vaccini pronti e una terza ondata pandemica all’orizzonte, con voi voglio analizzare il valore condizionante del SE e del PERCHE’.

Per mia natura, per retaggi esistenziali ed esperienziali ho sempre ricercato non meno di due possibili soluzioni ad ogni problema. Che sia il progetto di una casa o lo sviluppo di un brand, generare due possibili soluzioni porta in sé sempre due vantaggi:

  • immedesimarmi meglio nei bisogni e nella visione del cliente
  • lasciare a lui la possibilità di scelta perché coinvolto nel processo creativo.

L’elemento condizionante è il SE ,che badate, non è sinonimo di incapacità decisionale ma di capacità di analisi.

Il SE nutre il periodo ipotetico, apre al dubbio, a nuove idee e nuovi progetti.

Ma dai, diciamoci la verità, quanti di noi usano il SE?

Oggi poi che ne abbiamo anche il tempo ed il bisogno perché dobbiamo ben pensare da dove vogliamo ripartire quando il mondo si sarà scrollato di dosso questa confusione pandemica. La verità è che la maggior parte delle cose le facciamo perché van fatte, maggiormente in questo periodo, confusi più che mai perché del domani non v’è realmente certezza.

È stato un SE a far scoprire che anche in Italia c’era il covid, lo stesso se che spinge tutti noi a non fermarci, ed a molti a crescere professionalmente e personalmente, nonostante le avversità al contorno.

In fondo ognuno di noi ha il suo caro SE, quello che ha segnato il punto di partenza o di svolta.

 

Ma il se da solo non serve a nulla, è un punto, rappresenta un cambio di attenzione del nostro cervello, ha valore solo se accompagnato dal PERCHE’.

Il perché è il valutatore analitico.

Prende le misure alle diverse scelte e ne associa un valore: in una visione geometrica il perché aggiunto al se genera una direzione, ad ogni se possono essere associati una serie di perché.

Fissati il SE ed i diversi PERCHÉ abbiamo costruito le condizioni per la SCELTA:

normalmente coincidente con la linea che congiunge il SE al PERCHÉ di maggior valore.

 

C’è ora un ultimo aspetto da prendere in considerazione: il VALORE per chi? Per me, per te o per gli altri?

 

IL valore deve essere per tutti, deve essere oggettivamente riconoscibile e deve essere coinvolgete a tratti contagioso. Deve arrivarmi ed arrivarti in egual misura.

Mai per me e mai per te ma sempre per NOI, nell’ottica della RECIPROCA CONVENIENZA. Si perché , alla fine le cose funzionano semplicemente se hanno valore per me che le propongo e per te che le preferisci.

È la reciproca convenienza che ci consente di operare in modo etico, pertinente e rispondente i bisogni di tutti. È quello che consente di render tutti soddisfatti senza forzature o rimaneggiamenti.

Nel costruire la strategia personale ed aziendale, fanne uso del Se e del perché

SE + PERCHE’ = SCELTA DI VALORE

Buon inizio nuovo anno a tutti ricco di se e di perché…

tutto il resto sarà una interessante quanto logica conseguenza.

QUI

 

 

Marisa Massaro
Architetto e Brand Manager
marisamassaro@ramitalia.it
338 4740981

Condividi
Torna Su
Open chat