fbpx
 

News27 Gennaio 2022by Martina PengueLe Storie che ci piacciono: L’Istituto La Primavera, un’Impresa da Donna

https://ram-consulting.org/wp-content/uploads/2022/01/MARTINA-04.jpg

I sogni, la storia ci insegna, muovono il mondo e muovono anche la voglia di mettersi in gioco, soprattutto quando si è in una fase della vita in cui il desiderio di riscatto vince grazie alla forza e all’esercizio della passione.

Questa è la storia di Maria Antonietta Pellegrino, che a soli 19 anni dà avvio al suo sogno imprenditoriale, quel sogno che ha da quando era bambina e che diventa la missione di una vita: offrire ai bambini un contesto educativo altamente qualificato in cui sviluppare le loro potenzialità, con un’offerta di servizi flessibile per andare incontro alle esigenze dei genitori.

 

Antonietta Pellegrino - Fondatrice e Direttrice dell'Istituto La Primavera
Antonietta Pellegrino – Fondatrice e Direttrice dell’Istituto La Primavera

 

Nonostante la giovane età, lo spiccato senso di responsabilità e il grande amore che fin da giovanissima legavano Maria Antonietta al mondo dell’infanzia le fanno, dunque, maturare l’idea di realizzare un asilo nido, successivamente una scuola dell’infanzia.

Così, in un graziosissimo paesino del casertano, Cellole, fino ad allora sconosciuto a Maria Antonietta, nasce “La Primavera”, luogo che diventerà per lei posto “del cuore”, poiché lì costruirà la sua vita.

Ho avuto il piacere di intervistare Maria Antonietta, che ringrazio per l’entusiasmo con cui ha accolto, come sempre, le nostre iniziative. Ecco il racconto di Maria Antonietta per la Rubrica “Le Storie che ci piacciono” di Ram Consulting Italia.

 

Quando ho conosciuto Maria Antonietta qualche anno fa, ho nutrito sin da subito una profonda empatia verso di lei, per via del suo coraggio, della sua determinazione e della sua energia contagiosa con la quale avvolge e contamina gli altri. È una donna che dice le cose come stanno, che fa ciò che vuole e ama ciò che fa, caparbia e risoluta e che ha avuto il coraggio di osare, lei afferma anche “con un pizzico di incoscienza”.

“Ebbene sì, fui incosciente perché mi catapultai subito in un investimento molto grande. Scelsi una struttura di 500 mq. I lavori iniziarono nella primavera del 2004, da qui il nome della scuola suggeritomi dal mio insegnante di vita, il mio Papà che un giorno, mentre impazzivo a scrivere “pizzini” con ipotetici nomi, esclamò: siamo in primavera…Istituto La Primavera!”

 

istituto primavera

 

PERCHE’ “LA PRIMAVERA”?

“La sobrietà mi è sempre piaciuta e quel nome per me rappresentò da subito la bellezza e la semplicità con l’associazione alla stagione più bella dell’anno” spiega Antonietta.

I fiori rappresentano una delle più grandi bellezze della natura, che da sempre suscitano meraviglia negli occhi di chi li guarda ed appaiono come piccoli miracoli disseminati nei campi. Non è banale dire che i fiori possono suscitare un’immensa felicità. Ogni anno, dopo gelidi inverni, la primavera ritorna in tutto il suo splendore donando spettacoli magnifici alla portata di tutti. Pur essendo piccole creature, i fiori hanno molto da insegnarci. Ogni fiore può essere un maestro di vita se si è in grado di osservarlo con la dovuta sensibilità. Alcuni riescono addirittura a crescere alle pendici dei vulcani o in mezzo all’asfalto dimostrando che le avversità si possono superare con la sola forza di volontà.

“I fiori come i bambini….piccole creature che si alimentano grazie al nostro amore.

I fiori che, come i bambini, sono creature fragili, ma in grado di mostrare la loro forza contro le avversità.

I fiori come i bambini riescono a farci scoprire le parti più speciali ma anche le più fragili di noi stessi.

I fiori e i bambini possono arricchire la nostra vita rendendola luminosa, armoniosa e dinamica grazie ai colori della semplicità.”  spiega con emozione Maria Antonietta.

Naturalmente l’empatia e la sensibilità giocano un ruolo importante, e chi ne è privo non coglierà mai le bellezze della vita. “Si deve essere ancora vicini ai fiori, alle erbe e alle farfalle come i bambini, che non sono molto più alti di loro e ci dobbiamo chinare fino ad essi; voglio dire che le erbe ci odiano, quando dichiariamo il nostro amore per esse. Chi vuol prendere parte a ogni cosa buona, in certe ore deve anche saper essere piccolo (Friedrich Nietzsche).”

 

istituto primavera

 

L’ISTITUTO LA PRIMAVERA OGGI… “UNA SCUOLA DI QUALITA’ AL SERVIZIO DEL TUO BAMBINO”

La Primavera oggi è un centro per l’infanzia ricco di stimoli, giochi, arredi realizzati per favorire l’acquisizione di competenze e conoscenze in modo creativo; è una molteplicità di SERVIZI (nido, scuola dell’infanzia, post-scuola, doposcuola, ecc…) e PROGETTI (laboratori, formazione, centro estivo-invernale, progetti per le scuole e nelle scuole) concepiti per rispondere a tutte le esigenze educative e ludico-didattiche dei piccoli e alle aspettative dei genitori; uno spazio di crescita per tutti, dove educatrici preparate realizzano esperienze pedagogiche divertenti e coinvolgenti.

C’è anche un altro aspetto che mi ha sempre colpito di Maria Antonietta, e riguarda il suo stile gestionale… mi riferisco alla sua capacità di motivare gli altri e la sua abilità di guidare il proprio gruppo di collaboratori al loro successo individuale che confluisce poi nel successo del gruppo. Questo la rende una vera Leader e questo determina più di ogni altra cosa il successo di un progetto imprenditoriale, che nel caso di un settore come quello dei servizi per l’infanzia, richiede che la cooperazione da parte del team avvenga necessariamente all’interno di un clima aziendale sereno e positivo.

Le educatrici de La Primavera, difatti, sono delle eccellenti professioniste, ma hanno soprattutto quelle caratteristiche chiave, che sono prerogativa da parte di Antonietta nella costruzione del suo team: empatia, amore per i bambini e forte motivazione.

 

UN SOGNO CHE CRESCE

Ma un grande sogno ha bisogno di essere costantemente alimentato per crescere e diventare beneficio per gli altri…

Così, nel corso degli anni, grazie alla maturazione di esperienza e competenza nel campo dei servizi per la prima e primissima infanzia, Maria Antonietta decide di avviare un nuovo progetto che si pone l’obiettivo di portare su tutto il territorio nazionale quello che per 16 anni è risultato essere un servizio efficiente, di successo, ma che soprattutto vede protagonista il BAMBINO.

La Primavera, dopo aver consolidato il proprio metodo, incentrato principalmente sulla valorizzazione dell’individuo fin dai primi anni di vita, decide di aprire una nuova sede nel 2017 a Sessa Aurunca, con l’ingresso nella Società di Martina Di Meo, amica e da allora in poi partner affidabile con un ruolo fondamentale nello sviluppo del progetto.

La nuova esperienza imprenditoriale ha rappresentato per LA PRIMAVERA il consolidamento e la consapevolezza di avere individuato ancora una volta quali fossero le esigenze dei bambini e dei genitori. Il successo immediato della nuova sede fa maturare l’idea di realizzare un franchising.

 

istituto primavera

 

VERSO COSE PIU’ GRANDI: LA PRIMAVERA EDUCATIONAL, IL FRANCHISING PER L’INFANZIA

Il forte spirito di condivisione che contraddistingue Antonietta e la nobile missione di portare su tutto il territorio nazionale un modello educativo rivelatosi già vincente spinge Antonietta e il suo team a dare vita a un nuovo progetto: il FRANCHISING PER L’INFANZIA “La Primavera Educational”.

L’idea nasce dalla volontà di voler “supportare” ed “indirizzare” ragazze che hanno la passione per questo tipo di attività, accompagnandole in un percorso che sia meno tortuoso, per condurle al SUCCESSO in brevissimi tempi.

La Primavera in Franchising, che Maria Antonietta Pellegrino definisce “il franchising delle emozioni”, prima di essere un grande progetto imprenditoriale, vuole essere divulgatore di un metodo di lavoro che negli anni ha reso molti bambini “felici” e i loro genitori soddisfatti perché prima di constatarne il metodo educativo, nelle sedi de La Primavera hanno trovato il “porto sicuro” che da sempre li supporta anche nelle difficoltà gestionali lavorative.

istituto primavera

 

La storia di Maria Antonietta va ad impreziosire quella variopinta foto di gruppo, in cui troviamo personaggi diversissimi tra loro, con l’unico tratto comune di aver lottato duramente per realizzare il loro sogno imprenditoriale.

Nell’intervista proposta all’inizio di questo articolo, Maria Antonietta è in dolce attesa di Vittoria, sua secondogenita, che oggi stringe tra le sue braccia avendole regalato proprio qualche mese fa la gioia di diventare di nuovo mamma.

E voglio chiudere questo racconto proprio con questa meravigliosa immagine, di una nuova vita che inizia, come lo sbocciare di un fiore, che ricorda la Primavera e il suo insegnamento… che tutto può rinascere.

 

 

Martina Pengue
HR & Marketing Specialist
martinapengue@ramitalia.it
333 2246285

 

 

Condividi
Torna Su