fbpx
 

BlogNews24 Luglio 2020by giovanni accettolaI software più semplici per fare Live Video

https://ram-consulting.org/wp-content/uploads/2020/07/Schermata-2020-07-24-alle-10.40.09.png

In questo articolo voglio parlarti delle principali programmi presenti online che ti permettono di realizzare video live di ottima qualità. Ma prima facciamo brevemente un riepilogo.

Nei precedenti tre appuntamenti abbiamo visto

  • Perché è importante realizzare video in una strategia di comunicazione
  • Come prepararsi prima di fare una diretta video
  • Quali tecniche di base seguire per migliorare la qualità dei contenuti

Adesso quindi siamo pronti per iniziare, non ci resta che scegliere la piattaforma da utilizzare. Ne vediamo alcune, quelle più pratiche e facili da utilizzare ma che consentono di realizzare delle dirette professionali.

 

ZOOM

Zoom è un servizio di videoconferenza basato su cloud che puoi utilizzare per incontrare virtualmente altre persone, sia in video che solo audio o entrambi e consente di registrare le sessioni per visualizzarle in seguito. Mette a disposizione diversi strumenti per rispondere a molti utilizzi. In particolare:

  • Zoom Room, che è un ambiente ideale per organizzare delle videoconferenze con audio e video di alta qualità e offre la possibilità di registrare e trascrivere tutta la videochat;
  • Zoom Phone per effettuare semplici chiamate solo voce sfruttando il traffico dati o la rete lan/wifi.
  • Screen Share Zoom per condividere lo schermo con gli altri partecipanti.

 

Quella che più ti interessa se vuoi fare delle dirette video è la Webinar Zoom, la funzione che offre tutte le funzioni principali per organizzare ad esempio un webinar formativo che puoi trasmettere su Facebook, Youtube e altre piattaforme. Ha anche incorporata la modalità green screen, ossia cambiare lo sfondo del tuo video inserendo un’immagine a tuo piacimento.

E’ un piattaforma freemium, ossia ha una versione gratuita che ha un limite di 100 partecipanti a sessione per una durata totale di 40 minuti e altre a pagamento. Già con la versione pro da 15 euro al mese puoi superare i limiti della versione free, ma se i tuoi video riescono a rientrare nel minutaggio dei 40 minuti allora anche la base va bene.

 

BE LIVE

E’ la piattaforma più utilizzata per fare dirette sui social (Facebook e Youtube) e quella che ti consiglio di utilizzare per iniziare a fare i primi esperimenti per la diretta.

Iscrivendoti con il tuo account Facebook, la versione gratuita ti consente di realizzare delle dirette anche con un ospite (come se fosse un’intervista ad esempio) e fino a un massimo di tre dirette al mese. Per superare questi vincoli devi sottoscrivere un piano a pagamento che, tra le altre funzionalità, consente la multi condivisione del video su più piattaforme, di importare anche flussi video esterni a Be Live e inserire dei link all’interno di un video.

Il limite di questa piattaforma è che la fonte video deve necessariamente essere una webcam del tuo pc, di contro uno dei principali punti di forza è che su Be Live le dirette funzionano molto bene perché hanno mediamente molto seguito.

 

STREAMYARD

A differenza delle precedenti, Streamyard è un software online per lo streaming che ti consente di realizzare dirette video in contemporanea su più piattaforme anche nella versione gratuita.

Se non sottoscrivi un piano a pagamento, puoi effettuare fino a 20 ore al mese di diretta ma ogni diretta mostrerà il logo del brand (un paperotto giallo, verde e arancione) in alto. Un’altra funzione interessante è la possibilità di schedulare una live, cioè pianificare una diretta per una data prestabilita. Questa funzione, una volta sfruttata, crea un post su Facebook, una sorta di locandina dell’evento, che ti consente di sfruttare i giorni di avvicinamento alla diretta per catturare pubblico.

Oltre questi tre software ce ne sono poi tanti software a pagamento e altamente professionali che ti consentono di gestire le dirette con una vera e propria cabina di regia e di integrare fonti audio e video esterne. E’ il caso di Ecamm Live e Mimolive (solo per Mac), Vmix (solo su Windows), Vimeo Studio e Wirecast, ma per iniziare puoi tranquillamente utilizzare una delle tre precedenti di cui ti ho parlato.

Se ti è piaciuto questo viaggio all’interno del mondo delle Live, allora adesso devi passare dalla teoria alla pratica! Lo so, non è facile, ma se vuoi un consiglio…inizia con la consapevolezza di sbagliare. E soprattutto inizia ad esercitarti su un argomento su cui ti senti davvero preparato, non necessariamente inerente alla tua professione. Io ad esempio ho iniziato a fare i miei primi video parlando di pallavolo, una delle mie più grandi passioni. Questo mi è servito tantissimo a prendere dimestichezza con gli strumenti, organizzare delle sessioni di registrazione ed acquisire sicurezza e padronanza.

Prova anche tu e vedrai che dopo un po’ ti sentirai pronto anche per fare delle dirette su argomenti che riguardano il tuo lavoro e la tua attività in maniera semplice ma efficace.

Se vuoi restare in contatto con me, per avere supporto o consigli di qualunque genere, aggiungimi su Facebook o Linkedin, scrivimi su Messenger o inviami una mail a giovanniaccettola@ramitalia.it.

Mi farà piacere condividere con te la mia esperienza.

Giovanni Accettola

Digital Marketer

giovanniaccettola@ramitalia.it

Condividi
Torna Su
Open chat