fbpx
 

News16 Aprile 2021by Mariasperanza AssiniCuriosità sui alcuni tra i Brand più famosi al mondo – Parte 2

https://ram-consulting.org/wp-content/uploads/2021/04/curiosita-marchi-famosi-01.jpg

Continuiamo la nostra carrellata di curiosità sulla nascita di alcuni marchi tra i più famosi al mondo.

Se ti sei perso la prima parte puoi trovarla qui: Curiosità sui alcuni tra i Brand più famosi al mondo – Parte 2

Allora, oggi vedremo la storia di Ikea, Amazon, Bmw, Lamborghini e Harley Davidson

1. Ikea

Siamo nella Svezia del 1943: Ingvar Kamprad, di appena 17 anni, riceve un piccola somma in denaro dal padre come premio per aver superato brillantemente gli studi. 

Ingvar, un ragazzone concreto, vuole aprire una piccola attività, vendendo oggetti di basso costo e utili come penne e matite, fiammiferi, bustine di semi, biglietti di auguri e decorazioni natalizie.

Decide perciò di chiamarla IKEA: “I” come il suo nome, “K” come il suo cognome, “E” come Elmtaryd, il nome della fattoria in cui è nato e “A” come Agunnaryd, il piccolo villaggio dello Småland nel quale è situata la fattoria. 

Ingvar è morto il 27 gennaio 2018: al momento del suo decesso è stato il sesto uomo più ricco del mondo;

 

2. Amazon

All’interno del suo garage a Bellevue – Washington, Jeff Bazos fonda nel 1994 Amazon.com

Bezos inizialmente pensava di vendere libri a tutto il mondo, la prima vendita avviene nel 1995 e solamente due anni dopo la società viene quotata in borsa. Ora vende praticamente di tutto e dappertutto

Ora voglio farti notare una cosa 🙂

Hai mai prestato attenzione alla strana freccia arancione che nel logo scorre sotto le lettere?

Non si tratta di un puro elemento decorativo: al contrario, la freccia che congiunge la “A” inziale alla “Z” di Amazon sta a suggerire l’idea che sul sito sia possibile acquistare di tutto, dalla A alla Z.

Geniale no?

 

3. Bmw

Forse pochi sanno che la BMW, Fondata nel 1917, prima di essere una delle più grandi e famose case produttrici di auto, produceva motori per aerei, Solo nel 1928 inizia a produrre auto.

Una traccia della loro precedente natura è però rimasta nel logo, infatti prestando attenzione, potrete notare all’interno del cerchio che la parte bianca rappresenta un’elica, mentre la parte azzurra il cielo. Questa notizia però , secondo un articolo del New York Times, non è proprio corretta, infatti, dopo una visita al museo Bmw, il giornalista del New York Times ha scoperto che l’elica bianco-azzurra non rappresenta l’elica di un aeroplano ma si tratterebbe di un omaggio alla Baviera. 

Infatti, il logo Bmw è ispirato nel quadrante interno alla bandiera bavarese (bianco-azzurra). La particolare opposizione della colorazione, che sembra quella di un elica in movimento, in realtà serviva per aggirare una legge tedesca dell’epoca, che vietava di usare i simboli nazionali in un marchio commerciale.

 

4. Lamborghini

La leggenda narra che Ferruccio Lamborghini,già nel primissimo dopoguerra, aveva fondato una fabbrica di trattori, che aveva lanciato con determinazione creando un vero punto di riferimento nel settore, possedeva due Ferrari, con cui si divertiva a correre e sgommare in circuiti privati di sua proprietà, della quale non era pienamente soddisfatto.. Dopo aver sborsato fior di quattrini per riparare le sue auto nel quartier generale di Maranello, un giorno decise farla riparare dal suo meccanico. La sorprendente scoperta fu che la frizione che si rompeva era identica a quella che montava sui suoi trattori.

Da quel momento in poi le discussioni tra Ferruccio Lamborghini e Enzo Ferrari, divennero sempre più accese fino a quando un giorno Ferruccio gli disse: Ho speso una fortuna per un’auto fatta con i miei pezzi, e pare che Enzo Ferrari gli rispose: “Che vuol saperne di auto lei che guida trattori?”. Per tutta risposta Lamborghini decise di avviare in proprio la costruzione di un’automobile che fosse “perfetta”. La Lamborghini automobili fu fondata il 7 maggio 1963

 

5. Harley Davidson

Nel 1901 William S. Harley studia progetti per creare un piccolo motore per alimentare una bicicletta. Successivamente Harley ed il suo amico d’infanzia, Arthur Davidson, montando su una bicicletta un motore da loro costruito, crearono un prototipo marciante di bicicletta motorizzata dentro un garage di assi di legno che misurava 3 metri per 5, nel Wisconsin. 

Questo primo prototipo fu un disastro, ma Senza perdersi d’animo, i due amici lavorarono allo sviluppo di un nuovo motore. Solo nel 1903 fondano ufficialmente la Harley-Davidson, il più grande marchio motociclistico del mondo.

 

Cosa ne pensi di queste storie?

 

 

Mariasperanza Assini
Graphic Designer
mariasperanzaassini@ramitalia.it
333 3194535

 

 

Torna Su
Open chat