fbpx
 

BlogNews25 Giugno 2020by Marika PagliucaConosci la differenza tra sito e blog aziendale?

https://ram-consulting.org/wp-content/uploads/2020/06/Schermata-2020-06-25-alle-13.59.45.png

Il sito è un contenitore di pagine web, una sorta di vetrina online relativamente statica che può contenere un numero infinito di pagine; i blog sono siti web o sezioni di siti web creati e gestiti da una persona (o un gruppo di persone) che pubblica con regolarità articoli (post) riguardanti uno specifico argomento. Cambia sistematicamente e decidi tu quando aggiornare i contenuti.  

Investire su un sito ha sicuramente dei vantaggi perché ti permette di:

  • analizzare dati in maniera precisa;
  • investire su un presidio online dove sei tu a dettare regole al 100%;
  • fornire elementi di fiducia all’utente.

Quando un utente decide di visitare il tuo sito deve trovare rapidamente ciò che cerca, ovviamente la home page avrà tante informazioni e per gestirle l’utente cercherà rifugio in quelle logiche che l’hanno aiutato fino ad oggi a reperire informazioni sul web.

La prima parte del lavoro è far atterrare il suo sguardo nella parte alta della pagina quindi verso il menù, così da aiutarlo a prendere la strada più rapida. Le voci che lo compongono devono:

  1. rappresentare punti tematici di suo interesse;
  2. parlare la sua lingua;
  3. essere legate a un’azione.

Nella seconda parte devi puntare ad inserire elementi di fiducia per attrarre il tuo potenziale cliente, così da avere alcuni indicatori che finiranno per condizionare le sue scelte nel momento in cui prenderà una decisione.

 

Pensa al tuo potenziale cliente, cosa vuoi che faccia visitando il sito?

  • iscriversi alla newsletter,
  • compilare un form di richiesta informazioni,
  • leggere con attenzione ciò che hai pubblicato,
  • seguirti sui social.

Un altro aspetto da non dimenticare è l’inserimento dei numeri di telefono che devono essere ben visibili per fornire rassicurazione al cliente. Lo stesso discorso vale per l’e-mail di contatto e l’indirizzo fisico che colloca il sito web nel mondo reale.

E il blog?

Al giorno d’oggi avere un blog porta con sé tanti benefici rispetto al passato. Attraverso il blog c’è il modo di raccontarsi in prima persona e di far conoscere la tua voce aziendale.

Il blog rappresenta lo strumento per ospitare informazioni che cercano i clienti e per funzionare non occorrono proposte commerciali. Quindi una parte decisiva per il successo di un blog sta proprio nello scegliere le argomentazioni giuste.

Per individuare tre punti da cui partire, scegli alcuni argomenti di cui i clienti sono interessati:

  • dubbi comuni: i clienti cercano conferma e risposte credibili, rassicuranti ai loro dubbi;
  • paure: il cliente ha le idee abbastanza chiare e le sue convinzioni sono frutto di informazioni errate;
  • soluzioni pratiche: fornisci all’utente la risposta ad un problema specifico.

Dunque, una prima differenza tra sito e blog consiste nel pubblicare i contenuti costantemente: con un diario online puoi pubblicare tutti gli articoli che ti servono per mettere in pratica il tuo piano di content marketing, invece con un sito web hai un numero di pagine definito; puoi aggiornare e puoi aggiungere delle pagine, ma se intendi trasformare ogni pagina in una porta d’ingresso per i tuoi potenziali clienti devi puntare su un blog capace di aggiornarsi continuamente.

La seconda differenza riguarda le relazioni: il blog ospita una costante evoluzione verso il dialogo dedicando una sezione al lettore che può lasciare la sua idea e la sua opinione; infatti può scrivere critiche o apprezzamenti avendo la possibilità di entrare in contatto con l’autore.

 

Marika Pagliuca

Consulente Marketing

Condividi