fbpx
 

News26 Gennaio 2024by Alessandro IacubinoConoscere sé stessi attraverso i sette pilastri della mindfulness

https://ram-consulting.org/wp-content/uploads/2024/01/Copertina-Fb-3-1280x721.png

Tutti abbiamo bisogno di “riconetterci” con noi stessi e volendo citare un luogo comune possiamo ben affermare che: “Chi non sta bene con sé stesso non sta bene con gli altri”.

Facile a dirsi ma spesso difficile a farsi, infatti durante il corso della nostra vita maturiamo una malsana abitudine, quella di dedicare sempre poco tempo a noi stessi. Il mondo esterno ci pone in una condizione disfunzionale dove siamo sempre proiettati alla sfida, alla competizione alla velocità.

Il miglioramento personale è un viaggio appassionante e continuo che può portare a una vita più soddisfacente e appagante. Tra i vari strumenti a nostra disposizione, la consapevolezza emerge come una forza trainante in grado di trasformare la nostra esistenza. In questo articolo, esploreremo il potere della consapevolezza nel contesto del miglioramento personale e come possa influenzare positivamente diversi aspetti della nostra vita.

Uno strumento molto utile ed attuale per favorire benessere e miglioramento personale è quello della mindfulness che si fonda, appunto, sulle basi del paradigma della “consapevolezza”.

Infatti volendo potremmo anche utilizzare il termine consapevolezza per una traduzione del termine mindfulness, la consapevolezza implica proprio il concentrarsi deliberatamente sul momento presente.

Spesso, le preoccupazioni sul passato o sull’avvenire possono distoglierci dai piaceri e dalle sfide del presente e sviluppare la capacità di essere consapevoli del momento ci consente di apprezzare la vita in modo più profondo e di prendere decisioni più informate.

Essere consapevoli richiede un’autentica auto-osservazione. Questo significa essere onesti con sé stessi riguardo alle proprie abitudini, emozioni e comportamenti. L’auto-osservazione è la chiave per identificare gli aspetti della nostra vita che desideriamo migliorare e sviluppare.

La consapevolezza inoltre è un potente strumento nella gestione dello stress.

Attraverso la semplice pratica della respirazione consapevole ad esempio, è possibile ridurre l’ansia e sviluppare una maggiore resilienza, sviluppare reazioni allo stress che permettono di affrontare le sfide in modo più calmo ed equilibrato.

La consapevolezza, quindi è un motore di miglioramento continuo. Osservando costantemente le proprie esperienze e imparando dagli errori, è possibile crescere e evolvere. La consapevolezza ci guida nell’identificare le nostre forze, debolezze e passioni, consentendoci di sviluppare una visione chiara e realistica di chi siamo e di chi vogliamo diventare.

Essa è una risorsa potente per il miglioramento personale. Attraverso la pratica costante della consapevolezza, siamo in grado di vivere in modo più autentico, gestire lo stress in modo più efficace, stabilire relazioni più significative e perseguire il nostro cammino di crescita personale. Ricorda che la consapevolezza è un processo continuo, e con dedizione e pratica costante, può diventare una guida preziosa nel tuo viaggio di miglioramento personale.

Questa introduzione alla consapevolezza ci serve per capire quale sarà il tenore della giornata di aula, totalmente dedicata alla relazione che abbiamo con noi stessi e sul “come” ci approcciamo alla vita. Alle soglie del 2024 non possiamo ignorare la visone “integrata” ed “olistica” della persona ed è proprio per questo che abbiamo deciso di inserire all’interno delle master class dell’ EXE Business School questo potente modulo che non è di esclusiva formazione ma si pone l’obiettivo del cambiamento e di favorire i processi di “lentezza” che troppo spesso vengono sostituiti dalle modalità “veloci” imposte dall’esterno. Scopriremo insieme come riappropriarci di alcune cose perdute di noi stessi o che semplicemente ci appartengono ancora ma che nascondiamo inconsciamente in cantina.

Acquisiremo la capacità, durante questo workshop, di rallentare e goderci il paesaggio attraverso l’utilizzo di strumenti molto utili e da subito applicabili, sfatando luoghi comuni e pregiudizi nei confronti di alcune “pratiche” spesso comunicate male, fraintese o troppo banalizzate.

Approfondiremo la conoscenza di noi stessi creando le basi necessarie per un cammino di miglioramento personale ed acquisiremo strumenti utili da riportare e replicare con il nostro team di lavoro in modo semplice ed intuitivo.

Sei pronto per questo workshop? Non mancare, durante questo incontro avrai la possibilità di scoprire “chi sei ora” e “chi vorresti essere”, confrontarti e scambiare feedback creando empowerment personale e di gruppo, allora cosa aspetti? Ci vediamo in aula il 31 gennaio 2024.

 

 

 

 

 

 

Alessandro Iacubino
Formatore & Coach
alessandroiacubino@ramitalia.it
347 467 6117

 

Condividi