fbpx
 

News15 Gennaio 2021by Silvia LansioneChi di speranza vive, disperato muore

https://ram-consulting.org/wp-content/uploads/2021/01/Sei-causa-o-effetto_-1.png

Ci risiamo…è il periodo dei “buoni propositi”!

Peccato che prima di scrivere i nuovi, abbiamo ancora quelli del 2020 da realizzare…anzi no, quelli del 2019 e del 2018 e…forse qualcuno del 2017! 😀

Se hai letto la news di Coach Tardino avrai già capito che per ottenere un cambiamento migliorativo nella tua vita non basta cambiare anno, come non basta rimanere passivo sperando che qualche cosa di buono ti scenda dal cielo…

LE COSE CAMBIANO SE LE FAI CAMBIARE TU.

 

IL TUO 2021 in sostanza dipenderà al 90% dalle TUE azioni cioè da ciò che concretamente metterai in campo per realizzare i tuoi obiettivi.

Ma attenzione…perché la frustrazione da buoni propositi pensati e mai realizzati è dietro l’angolo!

Pensaci, quante volte hai immaginato un obiettivo per te, per il tuo team o la tua azienda e, pur essendo molto motivato, hai mancato di raggiungerlo?

 

Purtroppo la buona volontà serve…ma spesso è insufficiente…

Non sempre, infatti, pur avendo in mente l’obiettivo o la meta che vorremmo raggiungere, riusciamo nei nostri intenti, come mai?

 

COSA TI IMPEDISCE DI RAGGIUNGERE I TUOI OBIETTIVI

 

Il più delle volte la mancata realizzazione di un risultato dipende essenzialmente da due fattori:

  • L’OBIETTIVO È STATO FISSATO IN MODO ERRATO, soprattutto in maniera TROPPO GENERALISTA;

  • NON è STATO FISSATO AFFATTO.

In quest’ultimo caso manca completamente il focus sull’obiettivo e di conseguenza il rischio è di farti travolgere dagli impegni perdendo di vista ciò che è veramente importante.

In altri casi invece, puoi anche avere la giusta motivazione ma se hai pianificato male la strategia, ovvero i tempi, i passaggi oppure le risorse che ti serviranno per raggiungere l’obiettivo, impiegherai molte energie ma alla fine resterai deluso dai risultati entrando così in una spirale di pessimismo e sfiducia.

Qual è, allora, il modo migliore per realizzare e far realizzare un obiettivo?

 

Per evitare di correre dietro obiettivi irraggiungibili o mete troppo vaghe, una strategia molto efficace è la tecnica del goal setting.

 

Si tratta di un vero e proprio metodo che ti aiuta a identificare e definire un obiettivo nel rispetto delle tue capacità e risorse, di analizzare a fondo un progetto nei minimi dettagli ed esaminare la coerenza e l’allineamento rispetto ai tuoi Valori più profondi.

Conoscere e costruire nel dettaglio esattamente ciò che vuoi ottenere, i tempi e le strategie da adottare, infatti, contribuisce ad aumentare in maniera esponenziale le possibilità di successo e ti aiuta trasformare i tuoi “desideri” in realtà concreta.

 

COME SCRIVERE IL TUO OBIETTIVO AUTENTICO

 

Un obiettivo ben formato e quindi raggiungibile rispetta queste 8 caratteristiche:

  1. ESPRESSO IN POSITIVO:

meglio eliminare parole come il “no” o il “non” perché sono parole non elaborate a livello inconscio. Quindi scrivilo espresso in positivo, ad esempio: “Entro 2 mesi farò X”.

  1. COMPLETAMENTE SOTTO IL TUO CONTROLLO:

è qualcosa che è sotto la tua responsabilità o dipende anche da altri? Se è fuori dal tuo controllo (cioè dipende da altre persone che non sono in linea col tuo obiettivo), allora non è raggiungibile. Invece, se dipende solo da te o gli altri sono allineati al tuo volere, è concretizzabile.

  1. COMPROMETTITI:

se lo tieni solo nella tua mente, a poco a poco tenderà a scomparire perché gli impegni e i pensieri di cui sei sommerso ti impediranno di fare il focus su ciò che vuoi realmente raggiungere. Il tempo passerà senza che tu te ne accorga e, in men che non si dica, ti ritroverai alla fine dell’anno con la frustrazione di aver concluso ben poco… Allora è fondamentale SCRIVERLO! Tienilo in un posto ben visibile per ricordarlo frequentemente e, se puoi, dillo a qualcuno a cui tieni; la forza di non deludere le aspettative è grandissima.

  1. È SPECIFICO ED ECOLOGICO:

definisci il luogo, il come, quando ed eventualmente con chi lo vuoi raggiungere. Quanto più sei specifico, più analizzerai a fondo una serie di elementi collegati con l’obiettivo e ciò attiverà tutti i meccanismi inconsci volti a realizzare l’obiettivo.

Per capire se è ECOLOGICO devi chiederti se quest’obiettivo possa in qualche modo allontanarti o compromettere il rapporto con amici, colleghi o qualcuno a te caro. È etico? Può incidere negativamente su qualcuno oppure, viceversa, essere anche a vantaggio loro?

  1. MISURABILE:

“è MIGLIORABILE solo ciò che è misurabile”.

Senza un sistema di misurazione andrai avanti a sensazioni, cioè non saprai mai se sei giunto al traguardo oppure no. La cosa più bella è che, tenendo un parametro di misurazione, talvolta potrai scoprire di aver raggiunto risultati sorprendenti, cioè ancora più elevati di ciò che ti eri inizialmente prefissato. Questo quindi ti consente di essere ancora più soddisfatto di te e del tuo operato. Perciò quando scrivi il tuo obiettivo, fissa il risultato da raggiungere in termini numerici e/o percentuali.

  1. AMBIZIOSO:

se pensi in piccolo e in modo limitato, i risultati non potranno che essere…limitati! Perciò non aver paura di pensare in GRANDE, anzi, considera che spesso lo sforzo è lo stesso. Tanto vale PENSARE IN MODO AMBIZIOSO.

  1. REALISTICO:

fai un elenco dettagliato delle risorse che hai a disposizione in termini di soldi, tempo, energie, contatti, ecc. Sulla base di questo chiediti se il tuo obiettivo è realmente raggiungibile e se, analizzando attentamente il rapporto costi/benefici del progetto che stai per intraprendere e la stima dello sforzo per realizzarlo, ne valga davvero la pena.

  1. TEMPORIZZATO:

Sai qual è la differenza tra un obiettivo ed un sogno? La data di scadenza!

Un obiettivo senza tempo (una data precisa) resta un sogno difficilmente concretizzabile…perciò quando scrivi il tuo obiettivo definisci con esattezza il tempo entro cui vuoi che il tuo obiettivo si realizzi. Ciò ti aiuterà a tenere sempre bene a mente l’obiettivo e ad accorgerti in tempo se stai procedendo bene oppure ti sta sfuggendo qualcosa.

 

La cosa più importante è che, leggendo l’obiettivo che hai appena elaborato, tu riesca ad EMOZIONARTI

 

Prova a chiudere gli occhi e immagina di averlo già raggiunto…come ti sentiresti e che sensazione proveresti?

Questa rappresentazione virtuale è molto importante perché è come se vivessi anticipatamente tutto il percorso che dovrai fare per raggiungere l’obiettivo; successivamente quando ci appresteremo a farlo sarà più semplice superare degli ostacoli mentali.

 

Silvia Lansione
Business Management Consultant
silvialansione@ramitalia.it – 329 3859803

 

Condividi
Torna Su
Open chat